Centro di Formazione Professionale del Radon

Gas Radon

Cos'è il Radon?

Il Radon è un gas radioattivo (Rn-222) che si forma da un isotopo del Radio a sua volta prodotto dal decadimento dell’Uranio-238.
Radio e Uranio sono sostanze radioattive normalmente presenti nel suolo e nelle rocce e quindi anche nei materiali da costruzione.
Il Radon, quando generato, fuoriesce dal suolo o dal materiale in cui è presente e si diffonde nell’aria concentrandosi, in particolare, negli ambienti chiusi.
E’ inodore, incolore e può essere rilevato solo con appositi strumenti di misura.

Un rischio per la salute trascurato

Studi epidemiologici confermano che:
-la presenza di Radon nelle abitazioni ed in generale nei luoghi chiusi frequentati (quindi anche i luoghi di lavoro e gli ambienti pubblici) comporta un aumento del rischio di insorgenza di cancro ai polmoni per la popolazione.
-L’esposizione al Radon è la seconda causa di cancro ai polmoni, dopo il fumo delle sigarette, ed il rischio di insorgenza di tumori dovuto all’inalazione di Radon è amplificato per le persone che fumano.
-Per i soggetti non fumatori l’esposizione al Radon è la prima causa di insorgenza di tumore ai polmoni.

Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization).
Nuovi studi epidemiologici stanno inoltre riscontrando una correlazione tra l’esposizione al Radon e l’insorgenza di Leucemie.

Misurare il Radon

Per le misure a lungo termine possono essere impiegati rivelatori a tracce (comunemente chiamati CR-39).
Questa tecnica consente di misurare la concentrazione media di Radon in aria su un periodo medio/lungo (da uno a sei mesi e oltre) e non risente quindi del fatto che la concentrazione di Radon nel tempo può variare anche significativamente.
Per eseguire un’analisi preliminare del rischio è possibile effettuare una misura di breve periodo (da due fino a 30 giorni) impiegando strumenti elettronici in grado di fornire in poco tempo i valori di concentrazione di Radon, le sue variazioni ed i dati microclimatici (tipicamente temperatura e umidità).
Con questi strumenti il professionista è in grado di individuare le vie di ingresso del Radon e definire le corrette azioni di mitigazione da intraprendere.

Come proteggersi?

Per proteggersi dal Radon è necessario porre in atto azioni di mitigazione. Tali azioni possono anche essere semplici ed economiche, ma devono essere definite da un professionista specializzato dopo l’effettuazione di un sopralluogo e dopo aver condotto le opportune misure.

Radon F.A.Q.

RADON: MISURE DI BREVE PERIODO O MISURE DI LUNGO PERIODO?

RADON E’ PRESENTE NEI MATERIALI DA COSTRUZIONE?

È POSSIBILE VEDERE IL GAS RADON?

MISURARE IL RADON SOLO AL PIANO PIU’ BASSO?

COSA SIGNIFICA BECQUEREL SU METRO CUBO (Bq/m3)?

4 MODI CON CUI IL RADON ENTRA NEI LUOGHI CHIUSI

IL RADON IN ACQUA

IL RADON E’ UN ISOTOPO INSTABILE​

I PRODOTTI DI DECADIMENTO

VENTILATION TECHNIQUES

WORKING LEVEL